Le regole del brunch:

Se è troppo dolce è colazione, se è troppo salato è pranzo, se è troppo tardi, allora è una cena.

Si fa con gente con cui stai bene in silenzio, dove puoi sorseggiare e farti i fatti tuoi interiori e ogni tanto sorridere a caso.

Il brunch è come Pasqua, è triste senza un uovo da mangiare: io vi consiglio l’uovo alla Chissene ricetta in bio

Caffè a tempesta, perchè il tè è da merenda inglese con la queen. Quindi, o avete per casa la vecia regina o andate di caffeina.

I dolci devono essere golosi, si ai biscotti, alle tazze di lattone e alle bowl con lo yogurt, al pane fresco o caldo, passato in forno e a qualche sfizioso pasticcino: si, potete mangiare 2 brioches.

Se dovete conversare piuttosto broccolate, mai parlare di lavoro (#2maroni). Nel post brunch dovrete smaltire il fabbisogno calorico di una settimana di un nuotatore olimpionico o andate a fare triathlon o fate l’amore.

Organizzatevi per comprare gli ingredienti (avete il mio codice CHISSENEFOOD per il 10% di sconto su una spesa minima di 39€) per provare l’uovo alla Chissene, segreti: cottura pochet 4 minuti! Fughi saltati a fuoco vivo.

Il bun alla zucca scaldatelo in padella con una noce di burro esalterà i suoi profumi e soprattutto provate il vostro primo ordine di Cortilia e il giorno dopo avrete quel bellissimo cartone, a casa vostra, pieno di cose fresche buone e felici!

Come le galline!

@Cortilia

Uovo alla Chissene

Ingredienti per 4 persone:

4 Panini per hamburger alla zucca bio

8 uova rosa alta qualità Bio da galline al pascolo

200/250g di burro Bio

3 limoni verdelli Bio

1 confezione di Funghi Galletti Bio

1 confezione di Funghi Champignon Bio

1 pezzo di Parmigiano Reggiano dop vacche rosse

1 mazzo di coste colorate

Aceto di vino bianco

3 scalogni bio

Aglio

Sale, pepe

Olio extravergine fruttato intenso

Graniglia di nocciole 

Procedimento:

Pulire, lavare le coste e tagliarle della lunghezza di circa 4 cm. Spadellarle poi con olio evo, aglio e un pizzico di sale per pochissimi minuti, mantenendole croccanti.

Pulire i funghi galletti e spadellarli allo stesso modo delle coste a fiamma viva per 1 minuto.

Tagliare gli champignon puliti a lamelle e condirli con un filo d’olio evo, un goccio di succo di limone e del pepe.

Per l’uovo pochè ricavare un quadrato di pellicola senza pvc, disporlo in una scodella piccola, oliarlo e rompervi dentro un uovo. Chiudere con dello spago alimentare e cuocere in acqua bollente per circa 3’, raffreddandolo successivamente in acqua e ghiaccio. Ripetere il procedimento per le altre 3 uova.

Preparare la salsa olandese mettendo 4 tuorli in una boulle a bagnomaria, facendo attenzione che l’acqua sottostante non sia a contatto. A parte, sciogliere dolcemente il burro in un pentolino assieme a dello scalogno. Filtrare e versare poi poco alla volta il burro nella boulle mescolando con una frusta. Otterrete infine una salsa liscia e vellutata. Infine aggiungere sale, succo di limone e una grattugiata di pepe nero fresco.

Tagliare a metà i panini e farli tostare in padella con un pezzettino di burro.

Una volta pronti, disporre una metà sul piatto, aggiungere l’uovo, un bel cucchiaio di salsa olandese, i due tipi di funghi, delle scaglie di Parmigiano Reggiano, le coste e la graniglia di nocciole.

Post recenti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt