Tempura

Comments (0) Food

Cari cenerentoli, oramai schiacciati dalle prorompenti IG woman che gatteggiano sull’instagram provocanti e selvagge, accusati di poca serietà perché possedete le app di dating on line o perché cliccate compulsivamente su tutto ciò che si muove in una stories, ecco una serie di consigli pratici e veloci per intrappolare le vostre prede a cena. Care ragazze mi spiace ma devo aiutare questi poveri maschietti perduti e dargli i mezzi per potervi sedurre con dei piatti buoni, belli e afrodisiaci o almeno sperem!

1 il piatto deve essere impiattato bene, ci deve essere una parte croccante e qualcosa di sfizioso, un po’ dolce, un po’ salato e poi ricordate le donne amano la zucca! Vorrete farle esclamare “Wow che carino, top la zucca” o no? O preferite prepararle del fegato alla vicentina (uno dei piatti che amo di più, ma non dovete far colpo su di me)

2 salsa a specchio sul piatto, quindi due cucchiaiate nel centro precise e due colpetti secchi (con decisione!!) sul fondo del piatto.

3 la tempura deve essere bella croccante, ma non salatela perché ci metteremo sopra la bottarga che la renderà ancora più goduriosa, mi raccomando impiattatela al centro, alternado…

4 il pesce che spadellerete velocemente, gamberi, calamari e vongole non devono essere cotte per sempre nelle vostre padelle. Fiamma alta, aromi, un filo d’olio e via.

5 uova di lompo e mentite spudoratamente dicendo che è caviale, a meno che è figlia di un oligarca russo non percepirà la differenza e crederà per un secondo che siete ricchissimo

6 tutto questo non serve, o meglio non solo, per conquistare una donna siate voi stessi, non troppo egocentrici, scherzate con garbo e ricordate che non è la vostra compagna di calcetto.

Per la ricetta anti due di picche: crema di zucca alla salvia, gamberoni spadellati, vongole, calamaro, tempura Bonduelle  croccante, grattata di bottarga e un po’ di uova di lompo.

Ingredienti per 4 persone:

8 gamberoni

1 calamaro grande

200 grammi di vongole

40 grammi di uova di lompo

bottarga qb

4 foglie di salvia

1 scalogno

1 pezzettino di zenzero

peperoncino

400 grammi di zucca

Olio evo qb

400 ml di olio di semi di girasole bio

tempura-bonduelle

Preparazione

Tritare scalogno, peperoncino e un pezzettino di zenzero, metterlo in padella con olio evo, soffriggere per 30 secondi, aggiungere la zucca a dadini e soffriggere per un altro minuto e aggiungere acqua, all’incirca mezzo litro. Non si tratta di un vero e proprio soffritto, mi raccomando rispettate i tempi.

Cuocere la zucca fino a quando non diventa morbida e aggiungere la salvia. Lasciare riposare per 10 minuti a fuoco spento e con il coperchio chiuso in modo che la salvia sprigioni i suoi aromi e poi toglierla e frullare il composto. Deve avere la consistenza di una crema se è troppo densa aggiungere un goccio di acqua.

Friggere la tempura in abbondante olio di arachidi, poca alla volta, scolarla su una carta per fritti. Non salare. Il fritto deve risultare croccante quindi la temperatura deve essere elevata, circa 170 gradi, ovvero deve frigolare.

Spadellare in olio i gamberi e poi i calamari. Aprire le vongole dopo averle fatte spurgare in acqua per almeno un paio di ore, se non avete tempo fatele cadere in lavandino dall’alto, quelle che si rompono sono piene di sabbia: scartatele.

Comporre il piatto mettendo la crema al centro. Tempura, calamaro, tempura, e gamberi e tempura. Le parti più lunghe della tempura, ovvero fagiolini e peperoni possono essere utilizzati per guarnire il piatto, gli altri elementi adagiateli sul calamaro.

Salare il tutto con la bottarga e aggiungere le uova di lompo che conferiranno sapidità e un intrigante sapore di mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest