#Carbodí 🎼

Prendi un bel polpo,trattalo male,sbattilo nel surgelatore.

Cerca di essere molto paziente,cosí morbido diventerà,potrà essere tenero o al dentema la sua acqua non la buttà!

Cerca di essere un cuoco brillante ma contro gli sprechi nessuna pietà.🎼

Il polpo decongelato va benissimo, lo abbiamo capito da questa canzoncina, subisce una sorta di frollatura ghiacciata che lo renderà tenerello.

Voi fatelo cuocere in acqua, tuffando ciuffo a ciuffo prima di tuffarlo tutto in modo da creare dei bei ricci e fatelo bollire 20 minuti e poi lasciatelo cuocere nella sua acqua, a fuoco spento.

Poi lo togliete e fate ridurre l’acqua di cottura, per questa ricetta suggerisco di aromatizzare l’acqua con cipolla rossa, aglio e alloro, dei gambi del prezzemolo e un po’ di foglie di sedano: e ricordate il polpo è come il maiale non si butta nulla.

Poi prendere dei pezzettini e li spadellate con olio, timo,aglio, caramellizzate, e poi fiammeggiate con vodka buona e l’acqua ridotta la montante con dell’olio di semi creando un pil pil, ovvero una salsa con quest’ acqua che di solito di butta.

In tema di sostenibilità la prima scelta che dobbiamo fare è cercare di buttare meno cibo e ne stiamo buttando troppo!

Quindi condite gli spaghi facendoli saltare nel pil pil e nel polpo alla vodka e come al solito fate un bel nido e servite con sale al parmigiano e mentuccia, lasciate stare per una volta il povero salmone ed ecco un restyling del vodka e salmone ma col polpo e il pil pil dedicato a tutto quello che ho imparato a cares.

E ricordate che tira piú un pil pil di polpo che un carro di buoi.

E voi come cercate di non sprecare il cibo?

Fuori strategie e anche mea culpa!

#Carbodì: Spaghetti Pil Pil

Ingredienti per 4 persone:

320g di spaghetti trafilati al bronzo

1 costa di sedano/ 1 cipolla rossa/1 carota/gambi di prezzemolo/1 foglia di alloro

1 spicchio d’aglio

2 cucchiai di aceto di vino rosso

1 polpo piccolo (circa 600g)

100g di Parmigiano Reggiano

mentuccia

150ml di olio di semi di girasole

olio evo

sale, pepe

timo

1 bicchierino di vodka

Procedimento:

Fare arricciare il polpo tuffandolo più volte in acqua bollente e farlo poi cuocere aggiungendo sedano, carota, cipolla e l’aceto. Cuocere 20′ con fiamma accesa e 20′ a fiamma spenta con coperchio.

Una volta pronto, mettere da parte il polpo e tenere da parte il brodo.

Prendere circa 500ml di brodo e farlo ridurre fino ad ottenere 100mL. Una volta pronto farlo raffreddare completamente e mettere in frigo.

Con l’aiuto di un frullatore ad immersione, ottenere una maionese aggiungendo a filo 150mL di olio di semi di girasole. Una volta ottenuta la consistenza giusta, mettere da parte.

Con il Parmigiano Reggiano grattugiato ottenere 4 cialdine utilizzando una padella antiaderente. Una volta pronte, sbriciolarle in modo da ottenerne un sale.

Il polpo tagliarlo a pezzi piccoli e saltarlo in padella con un filo di d’olio evo,uno spicchio d’aglio, timo e fiammeggiare con della vodka.

Cuocere la pasta al dente in acqua bollente e salata. Una volta pronta scolarla, metterla in una boulle e mantecarla con la “maionese” di polpo.

Fare un nido di pasta, servire in una fondina e completare con il sale di Parmigiano Reggiano, il polpo, della mentuccia fresca e un filo di olio evo.

Post recenti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt