S.Pellegrino Young Chef

Caro amico,

Hai scelto un mestiere difficile, magari perché sei stato affascinato dalla casacca bianca, dal rispetto che tutti nutrono mentre lo chef nutre.

E se togliessimo le casacche? Togliessimo stelle, giornali, critici, luci da palcoscenico. Togliessimo la fatica di svegliarsi alle 7 e mentre gli altri sono fuori, tu in cucina. Se togliessimo i “si chef!”, le serate a rendere le cucine uno specchio. Se togliessimo i tuo vorrei, le filosofie, togliessimo anche ciò che hai imparato e per un secondo provassimo a capire.

Passione? Voglia di cucinare? Caro amico questo fa parte dello starter pack, diamolo per scontato su. Andiamo a fondo e non solo fondo bruno che sai far bene: Cosa rimane?

L’Ossessione.

Brutta parola? No amico.

L’ossessione dei pittori, di quelli della Silicon Valley, l’ossessione degli Hemingway che sporcano quaderni solitari nei pub.

Pensi che loro dipingessero per gli altri? Creassero programmi in dos chiusi in una cantina per creare una startup unicorno e diventare miliardari? Credi che lo facessero per avere il muso in copertina o firmare qualche copia?

L’ossessione è nel gesto, nel ripeterlo, in quella virtuosa silenziosa forza con cui lo si esercita.

Lì il godimento, nel non essere mai sazi, nel cercare la strada di un inizio dove gli altri vedono la fine.

E nell’ossessione per il budello di una melanzana e poi renderlo perfetto, nell’alzare i bemolle di un piatto quasi a farlo suonare in bocca come un concerto dei Nirvana solo un po’ più siculo ma con la stessa sfrontata prepotenza di chi era nessuno, solitario, emigrato e ora è il re.

L’ossessione che ti porta ad affumicare una patata e cambiargli la forma mentre sul naviglio, nella tua cucina a vista, ti passa avanti la vita, la figa, il mondo, ma tu non puoi uscire da lì: perché quei fuochi sono un prolungamento di te.

Sono loro che ti hanno scelto, non tu, sta a te scegliere quanto dargli. E i tuoi piatti parleranno di te, per te, con te e al mondo.

E arriverà la luce.

@sanpellegrino_official

Meglio un uovo oggi o una gallina domani?

                @alessandrobergamo8

Alpin Ostrich

@jakobpintar

Lol “eel” pop – beach honey & lake’s potatoes

@tommasotonioni

Aubergine in black tie

@davidemarzullo_

Rabbit, oyster and artichoke

@lamaisondugourmet

Pasta in bianco

@lcnatalini

Birth of a memory

@meaticbyadihadean

Sheltering under the shadows of the passing autumn the wild spring coming with the smell of confit duck leg

@roxanablenche

Roma locata

@imantonioromano_

Post recenti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt