maurizio-vino

Sto tornando a Milano in questo momento, sono sul pullman, con il rumore della strada che mi ronza addosso ma non in testa. In testa no, ci sono gli indelebili momenti di questa toccata e fuga. Ci sono le dolomiti che fanno un tango con le Alpi. C’è in Messner Museum incastonato da Zaha Hadid ancora in vita, fra le rocce, quasi a bivaccare, nel prato oggi, nella neve d’inverno.

ristorante

Ci sono i particolari dell’ @alpinn disegnati da Martino Gamper che guardano alle valli sottostanti, dove sono stati costruiti. C’è la montagna, che diventa un posto dove fare la spesa, dove valorizzare ogni singolo germoglio, giorno, gesto dell’uomo, sussulto della natura, per finire in un piatto, per lasciare una traccia ma poco impatto. Perchè il rispetto è qualcosa che ci tocca da vicino e qui le montagne, la natura, sono cosa sacra. E Norbert lo sa bene e questo rispetto lo vuole e lo vuole passare di mano, bivaccato su un pensiero, che non è null’altro che amore per la sua terra.

detailsdetails

Eleganza, profumo, freschezza, a tenerci compagnia a tutto pasto e finire in un moscato rosa, tra il pepe di sichuan e la rosa canina, o sono solo suggestioni della mio palato inondato di bellezza. E come bello andare, da quel 6 marzo e riprendere il viaggio, e la scoperta. Sa quasi di rinascita, per la quale è sempre un ottimo motivo brindare. Perchè il vino, come i dettagli, sono la punteggiatura che ci regala la vita.

piatto-maurizioalida-maurizio-viaggio

0/5 (0 Reviews)
Post recenti