#MiPortoAvanziPerIlNatale e il pane. Sprecarlo sarebbe peccato mortale tale che babbo natale, infastidito, tornerebbe dalle sue meritate vacanze alle Maldive per strapparvi di mano il vostro regalo preferito.
Ma poi babbi che vi dicono come stare al mondo a parte, ma quanto è fastidiosa la sensazione di buttare il cibo?
Io questa rapa cotta, quando ho ideato questa ricetta la stavo per buttare e il pane era duro come la sella di un cosacco.
La mia fortuna è di aver cotto la rapa velocemente a vapore, poi l’ho tuffata in burro aglio alloro e salvia, ho buttato dentro un paio di cristalli di zucchero ghiaccio, quello che si trova negli international store, che come dice il buon maestro J “cambia Mauli, cambia non è zucchero uguale”. Salsa di soia, pepe, un sfumata con un ottimo aceto rosso: quindi avevo tutti i gusti principali, acido, sapido, dolce, piccante e l’amaro della rapa. A meno che avete ancora il palato di un lattante datemi una chance, provate i gusti amari, che fanno tanta tendenza ora nel mondo degli chef. Quindi ho spadellato in questa pozione le mie rape che sono tornate lucide e colorate, laccate da burro e aromi. Forse uno dei piatti più buoni che ho fatto perché fa quell’effetto sul palato riproducibile solo con sostanze mediamente illegali.
Il pane vecchio, tolte le rape, l’ho fatto tostare in questa salsina e ho servito in purezza. Pane, rapa e poi dato che non si spreca nulla, la fogliolina della rapa l’ho marinata in aceto acqua e zucchero e posta in cima a questo semplice piattino che potrebbe svoltarvi il natale. Valore economico per piatto circa un’euro per 132 porzioni, piatto veggy per i miei amici che mi scassano i maroni quando cucino la carne: ma io sono qui per servirvi tutti, a mio modo, e questo lo dedico a tutti voi mie piccoli diavoletti erbivori. E intanto che penso a come usare qualche altro avanzo che vi troverete nel frigo mi dite cosa odiate sprecare? Ciao mostrini del Natale, cercate di essere il più buoni possibile, ma sappiate che sarà impossibile! Io ci ho rinunciato. Baci.

Rapa sempre in testa.

Ingredienti per 4 persone

3 rape di medie/piccole dimensioni

4 mezze fette di pane con mollica soda (possibilmente di qualche giorno prima)

100g di burro di ottima qualità

4 cubetti di zucchero ghiaccio

2 cucchiai di aceto rosso

3 spicchi d’aglio in camicia

salsa di soia

pepe nero macinato al momento

sale

mazzetto aromatico (alloro e salvia)

Procedimento

Lavare le rape, mettere da parte le loro foglioline e cuocerle a vapore per circa 20′, fino a che saranno cotte ma croccanti e compatte.

Lasciarle freddare e tagliarle in quarti, nel mentre mettere a marinare le foglioline in una soluzione di acqua e aceto rosso in egual misura e un pizzico di zucchero.

Scaldare una padella a fiamma medio/alta, mettere 50g di burro, l’aglio e aggiungere la rape una volta caldo.

Far rosolare bene e aggiungere poi gli aromi, lo zucchero ghiaccio e lasciar colorire.

Sfumare poi con aceto rosso e salsa di soia, aggiungendo poco alla volta il burro restante per abbassare leggermente la temperatura.

Aggiustare di sale e pepe, le rape dovranno risultare dorate e belle lucide.

Togliere le rape e aggiungere le fette di pane in padella, facendole dorare a fiamma medio/bassa.

Servire la fetta di pane dorata con sopra la rapa croccante, la sua fogliolina e un cucchiaio generoso della splendida salsina creata.

 

 

Post recenti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt