Mio fratello

Mio fratello si sveglia la mattina alle 5, mangia i suoi spaghetti in brodo con il pakchoi e i due spicchi d’aglio per rimanere bello come il sol levante e con il freddo, la pioggia, il caldo di luglio, va al mercato ortofrutticolo di Milano a comprare la verdura e la frutta.Lí incontra Antonio con cui negozia il prezzo delle cime di rapa che usa in pausa pranzo o Walter con il quale lotta per avere i “cipolini” piú teneri.

Mio fratello compra il pesce fresco perchè il suo branzino alla salsa dello chef è cosí buono che gli tocca alzarsi, il sabato mattino, per fare scorta.

Mio fratello fa un’anatra e dei ravioli che ti fanno viaggiare e solo a me racconta i segreti.

Mio fratello è diventato nonno da poco e mi ha aperto la sua grappa migliore per festeggiare e noi abbiamo sempre un sacco di motivi per festeggiare.

Mio fratello c’era quando mia mamma era all’ospedale, quando era buio e mi sentivo solo, quando è arrivata lei, era cosí emozionato e non vedeva l’ora di insegnarle a fare i ravioli. E poi lo ha fatto con il naso sporco di farina.

Mio fratello è andato via dalla Cina 30 anni fa, per i motivi suoi, era il capo di mille persone e cucinava come un drago e si è trovato ultimo e solo in una cucina nuova, ma appena ha preso in mano il coltello, tutti hanno capito chi era il vero chef.

Mio fratello è qui per costruire e se puó non parla male, anche quando fanno battute stupide e strane. Mio fratello è uno dei motivi per cui sono ancora qui, è la mia famiglia e lontano mille anni luce da un colpo di tosse, come tanti, che ci terrorizza.

Mio fratello forse sarebbe stato con me in sarpi a vedere i dragoni e il nuovo anno che nasce ma purtroppo c’è paura. Mio fratello è sempre con me e lo sará per sempre.

E voi condividete virtú, non paura.

#iovadodalcinese @chefjmilano #cinamilano

0/5 (0 Reviews)
Post recenti
tortino-di-spago-burro-e-alicicarciofi-alla-romana