pizza-bianca-con-cipolleLe ricette apocalittiche: bianca di cipolle

Le Ricette Apocalittiche e la pizza bianca di cipolle, ecco alcuni vantaggi della quarantena:

1 avere tempo per una perfetta lievitazione dell’impasto, potrete osservare passo passo la lievitazione come se fosse una noiosissima serie tv. Chiamare gli amici in video conferenza al comparire delle prime bolle e festeggiare insieme ma ognuno a casa sua.

2 Poter mangiare tranquillamente aglio e senza fingere strane intolleranze per la paura di avere l’alito del mostro di Alien. Le cipolle poi sono perfette per essere conservate a lungo, quindi compratene parecchie, hanno anche un piacevole effetto diuretico, quindi sarete indaffarati nel fare tanta pipì.

3 Mangiare con dei pigiama stilosissimi per lui o il lingerie per lei, come avete fatto nei primi giorni di 40ena, oggi, so che siete con magliette macchiate di sugo, capelli di semi veri, e zoccoli ai piedi.

4 Potete riposare in questo 41 bis, di primo però! Lo so siete tutti annoiati, quindi magari organizzate un torneo di scala quarantena in famiglia, fate addominali, magnate ma ricordate, le vostre dirette stanno facendo cacare.
Quelle 13 persone collegate nel vedervi cucinare, stavano solo cercando la carta igienica nell’armadietto del bagno e inavvertitamente lasciato il cellulare On sulla vostra diretta. Non vi esaltate e non fatene altre. Vi prego!

5 Respirate dalle finestre, e sentite l’aria, qui a Milano sembra di essere a San Martino di Castrozza. C’è un’aria talmente pulita che dai terrazzi alti si vede fino in Belgio. E questa per me è una gioia.

UN APPELLO AI SUPERMERCATI: aumentate le scorte di lievito, l’Italia intera sta panificando e oltre alle mascherine serve il lievito di birra! Possiamo vivere senza uscire ma mai senza la pizza della domenica!!!

#LIEVITODICITTADINANZA
In bio la ricetta della pizza bianca di cipolle. Buona noia.

Ingredienti per 4 persone

Per l’impasto

1kg di farina tipo 1 w320

0.8kg di acqua

22g di sale fino

7g di lievito di birra fresco

25g di olio evo

Altri ingredienti

4 cipolle grandi di ottima qualità

Sale

Pepe

Origano

Olio evo

Procedimento

Far sciogliere il lievito in un po’ d’acqua e aggiungerlo alla farina all’interno di una boulle.

Iniziare ad impastare aggiungendo l’olio e l’acqua poco alla volta, permettendo alla farina di assorbirla.

Quando manca poca acqua, aggiungerla insieme al sale ed impastare nuovamente.

Otterrai un impasto omogeneo ma grezzo, lascialo riposare per circa 10’ ed impastalo di nuovo, ripetendo poi questa operazione un’altra volta.

Una volta ottenuta una massa liscia e compatta, fare delle pieghe e disporla nella boulle leggermente oliata, coprire con pellicola o canovaccio e far lievitare in frigo per 24h.

Trascorse le 24h dividere l’impasto in panetti e chiuderli come abbiamo fatto con la prima massa.

Lasciar poi acclimatare coprendoli con un canovaccio per circa 2 ore. Il tempo può variare a seconda della temperatura ambiente.

Per una teglia rotonda da 28cm la quantità di impasto da utilizzare sarà di circa 350/400g.

Ungere leggermente la teglia, posizionare il panetto e iniziare con i polpastrelli a stendere l’impasto. Siate delicati e se vedete che è ancora “tenace”, aspettate un altro po’.

Una volta stesi tutti i panetti, condire con olio evo e un pizzico di sale.

Pulire le cipolle, tagliarle a metà e quindi a julienne. Condirle con olio evo, sale, origano e lasciarle riposare 10 minuti.

Disporre quindi le cipolle sulla pizza schiacciandole leggermente all’interno della pasta.

Lasciar lievitare un’altra mezz’ora, l’impasto sarà pronto quando risulterà gonfio e morbido al tatto.

Cuocere nella parte bassa del forno a 250°C con forno ventilato per circa 12/14’.

Solo negli ultimi minuti potrebbe esser necessario spostare la pizza nella parte alta per far abbrustolire bene le cipolle.

Una volta pronta, lasciar raffreddare su di una grata per far disperdere l’umidità in eccesso.

Dare un ulteriore giro d’olio evo e finire con origano fresco.

0/5 (0 Reviews)
Post suggeriti
brunchasparagi-al-forno