cacio-uova-e-asparagiLe ricette Apocalittiche: e

Le Ricette Apocalittiche, cacio uova e asparagi, oggi si parla di tecnica oltre che degli ultimi asparagi che mi sono rimasti!

Un giorno vi spiegherò la versione della carbonara che più mi convince per ora allenatevi con questa versione della Cacio Uovo e Asparago.

Fate rosolare lentamente nel burro chiarificato dell’aglio, tritato finemente se siete coraggiosi, o in camicia se volete che egli, l’aglio, sia più discreto.

Burro chiarificato perché non si scurisce come voi dopo una bella giornata di sole, sul balcone però!

Prendete un rosso a testa e un rosso a caso e incominciate a sbattere con una frusta, non quella di Indiana Jones e nemmeno quella che usate nei pomeriggi con i vostri compagni bendati per ammazzare la noia!

Incorporate il burro all’aglio caldissimo il tutto in una boulle d’acciaio: perché?

A bagno maria, nell’acqua, sbattete burro e uovo, per una ventina di secondi, togliendo e rimettendo sull’acqua che bolle. Mi raccomando non state troppo sull’acqua altrimenti diventerà una frittatona.

Togliete dal fuoco e incorporate 2/3 di pecorino grattugiato e 1/3 di parmigiano, mescolate con un lecca pentola e aggiungete pepe e asparagi spadellati, tagliati a rondelline. Spadellati per un minuto.

Poi aggiungete il composto alla al dente, ricordandovi di tenere da parte un mestolo di acqua, nella quale avete lessato la , e mescolate, poi acqua, regolatevi e mescolate, deve crearsi una cremina. Aggiungete asparagi al forno, quelli avanzati e mescolate. Servite facendo un nido come farebbe una poiana in una bella giornata di primavera.

Se non avete capito una fava e pecorino leggete la ricetta qui sotto!

E fate sport, in casa, da soli. Insieme ai carb saliranno le endorfine, migliorerà l’umore ed eviterete di scrivere cose cattive sui social!

Fate i bravi amici e vi abbraccio: e domani sistemiamo una ricetta una volta per tutte, quindi seguite l’hashtag #lericetteapocalittiche

cacio-uova-e-asparagiIngredienti per 4 persone

320g di linguine trafilate al bronzo

2 mazzetti di asparagi fini

4 rossi d’uovo

1 uovo intero

100g di burro chiarificato

2 spicchi d’aglio

80g di Parmigiano Reggiano grattugiato

120g di Pecorino romano grattugiato

Pepe nero da macinare

Sale

Procedimento

Per il burro all’aglio:

Mettere in una casseruola 100g di burro e 2 spicchi d’aglio schiacciati. Far insaporire a fiamma bassa il burro quindi lasciar riposare fuori dal fuoco.

Per gli asparagi:

Lavare gli asparagi, togliere la parte inferiore, tenerne alcuni interi e cuocerli al forno per 10 minuti, gli altri tagliarli a rondelline quindi spadellarli per 2 minuti in padella con burro e aglio.

Per la crema d’uovo:

Unire in una boulle d’acciaio l’uovo, i rossi, Parmigiano Reggiano, pecorino romano e frustare per bene a bagnomaria. Incorporare poi a filo il burro privato dell’aglio (a meno che non l’abbiate tritato) fino a raggiungere i 63°C. A questa temperatura si otterrà un’emulsione perfetta.

Togliere dal bagnomaria e aggiungere gli asparagi spadellati.

Per la pasta:

Cuocere la pasta al dente in acqua bollente e salata. Disporre la crema d’uovo in una padella capiente a fiamma spenta. Scolare la pasta, tenere da parte un po’ di acqua di cottura e versare nella padella. Saltare la pasta mantecando per bene e facendo perdere il calore in eccesso. Aggiungere dell’acqua di cottura se necessario.

Una volta ottenuta la densità giusta, servire immediatamente formando un nido in una fondina aggiungendo gli asparagi che erano stati lasciati interi, chiudendo con Parmigiano Reggiano grattugiato e pepe nero macinato al momento.

 

0/5 (0 Reviews)
Post suggeriti
riciclotto-risomeringa-salata-al-parmigiano