trota-salmonata

La trota salmonata la trattate con gentilezza, nel forno a per qualche minuto, che rimanga il succo.
Si staccherà la pelle e voi la metterete in padella senza nulla con un pesetto sopra, una ciotolina per intenderci.

Diventerà un biscotto croccante e una bella vela che farà risaltare il piatto.
Prendete il daikon, quel carotone ben impresso nelle nostra iconografia manga o dei cartonati giapponesi, quelli in cui i gatti parlano e le gote diventano rosse: lo tagliata e fette fini, un bicchiere di acqua, uno di aceto bianco, curcuma e un po’ di sale e un po’ di zucchero e lo fate fino a quando non avrà il colore delle parole che evidenziavamo da piccoli e che raramente, nel mio caso, mi rimanevano in testa.

Come era bello evidenziare, sottolineare per non parlare di fare le greche.
Bollite con del latte il sedano rapa e poi frullate il tutto con un pizzico di sale. Fate un maionese in casa, 1 uovo, 250 ml di di semi, senape e io ci ho messo succo di bergamotto.
Componete il piatto o servite tutto scomposto, ma provate questa sinfonia di colori.
Quindi sedano rapa, daikon, bergamotto, trota salmonata, li trovate oramai ovunque e variate un po’ miei e continuate ad usare e osare i colori.

E tu ti ricordi una pagina che hai evidenziato quando eri piccoletto?
Io la rotazione dei campi! TOP

 

Se vi siete persi la mia ultima la trovate QUI, e continuate a seguirmi sul mio profilo Instagram.

0/5 (0 )
Post recenti
quiche-al-sambuco-e-asparagiparmigiano-reggiano