Classicone Chissenefood con zucca

Comments (0) Food, Uncategorized

Mi è scappata un’altra ricetta con la zucca. Vi ricordate il ripieno dei tortiglioni di ieri, quello con zucca, cipolla e salvia, ecco rifatelo. Non metteteci parmigiano ma usatelo come crema di accompagnamento della quaglietta teriayaki, grande classico della cucina #chissenefood.
La salsa teriayaki va fatta, non comprata, usiamo ingredienti nostri. Io la faccio con soia, aceto bianco, zucchero di canna grezzo, anice stellata e aglio. Le proporzioni sono state affinate con la sperimentazione, fatela ridurre e aggiustate il sapore fino a renderla più Mario, più Giovanna, più Piero, più Elisa. Insomma vantatevi della vostra salsa teriayaki e non solo dei vostri sedili in pelle!
Noci tostate e biete rosse spadellate, impiattate cercando di essere artistici e mirate al bello.
Dato che mi sono avanzate volete una bella ricetta con le biete o un dolce con le pere?
Fatemi saPere! eheheh
#quaglia #salsateriayaki #salsadisoia #anicestellato #acetobianco

Classicone Chissenefood con zucca

Ingredienti per 4 persone:

4 quaglie

pan grattato

200g di farina 00

2 uova

500mL di olio di arachidi

4 biete rosse

50g di nocciole

100g di burro chiarificato

olio evo

Per la crema di zucca

1/2 zucca mantovana

1/2 cipolla

4 foglie di salvia

50g di burro

1 pizzico di cannella

sale

Per la salsa teriyaki

100mL di salsa di soia

50mL di aceto di riso o di vino bianco

2 cucchiai di zucchero di canna grezzo

2 spicchi d’aglio

2 anice stellato

Procedimento:

Pulire e tagliare la zucca a pezzetti, fare lo stesso con la cipolla e far rosolare in un tegame con olio evo e poco burro. Aggiungere la salvia e portare a cottura a fiamma bassa aggiungendo poco per volta acqua calda.

Una volta pronta togliere la salvia, frullare e ottenere una crema liscia ma non liquida. Se non trovate la zucca mantovana, scegliete comunque una zucca che contenga poca acqua.

Preparare la teriyaki mettendo in una padella gli ingredienti indicati e facendoli ridurre a fiamma bassa fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Tostare le nocciole tagliate a metà in una padella e tenerle poi da parte.

Cuocere per 3′ in acqua bollente e salata le biete rosse, raffreddarle, tagliarle leggermente e poi saltarle in padella con un filo d’olio.

Pulire molto bene le quaglie da eventuali piumette residue ed ottenere da ognuna di esse, i due petti e le due coscette.

Le parti che rimarranno, potranno essere usate per ottenere un perfetto brodo di carne, magari per un risotto o una pasta.

Salare i petti e, con l’aiuto di un coltellino, grattare l’ossicino delle coscette in modo da pulirlo bene.

Impanare le coscette prima nella farina poi nell’uovo sbattuto e infine nel pan grattato, facendo attenzione a lasciar pulito l’ossicino.

Una volta impanate tutte le coscette, friggerle in olio di arachidi a 165/170°C in modo da farle dorare esternamente e cuocere internamente. Scolarle e appoggiarle su carta per fritti.

Cuocere i petti in un tegame a fiamma medio/alta con burro chiarificato 2′ per lato, partendo dalla pelle. All’interno dovranno essere rosa, mi raccomando.

Impattare disponendo la crema di zucca alla base del piatto, la quaglia in due cotture, biete rosse, nocciole tostate e infine la vostra salsa teriyaki.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest