Cin cin

La sorellina impertinente alla fine mi ascolta, è una di quelle persone rare che sanno capire quando un consiglio è ben dato e allora lo fanno loro, lavorano su quel consiglio e costruiscono.

E io adoro quelli che cambiano, crescono e sanno costruire. E anche prendere grandi, improvvise decisioni e soprattutto ascoltare.

Franco, il mio sous chef, scalpita, briga, fa, gira, prova e se lo vedete guardare un po’ in giro in questa foto, non è perché stava osservando una beccaccia smarrita nei cieli di Milano, ma perché finalmente ha una sola ossessione: il futuro. E ogni giorno lavora al suo e al nostro, rinunciando un po’ a se stesso a favore dell’ignoto, in silenzio, a volte in difesa, a volte a centro campo.

Antonio è la pazienza, con me la esercita ogni giorno in maniera virtuosa. Lavorare con me non è facile, sono una testa calda, impetuoso, e distratto. Ma insieme, lavorando, ci piace fare bene e alzare ogni giorno l’asticella e scappare dalla mediocrità.

La salmon, una delle belle bionde al tavolo, è energia, sorriso, un po’ mi somiglia e a tante cazzate, di questi tempi, offre una merce rara: esserci.

L’altro diavolo biondo, la conoscete, è la #ragazzinaimpertinente diretta, veloce, in questa nuova città sta sviluppando i suoi veri talenti e li sta facendo esplodere in tutto quello che tocca, oltre ad essere sempre al mio fianco.

E tutti noi abbiamo qualcosa in comune. Ogni giorno che cresciamo, prendiamo qualcosa gli uni dagli altri, diventando qualcosa di buono.

Come le erbe di montagna di Braulio che infuse assieme rilasciano aromi diversi e infondo separati, che poi grazie al passare del tempo e al passaggio nelle botti di legno, diventano qualcosa di speciale.

Lasciate che il tempo e gli altri vi rendano migliori.

E brindate con me a tutti coloro che hanno i pregi che vorreste!

Braulio

Post recenti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt