Carbodì: Speck Therapy

Il #Carbodì di oggi ha a che fare con l’autunno, il freddino, un pacco che mi arriva dall’Alto Adige pieno di prodotti buonissimi e una tagliatella fatta di farina di funghi, da un nuovo amico che mi sembra lo Steve Jobs della pasta, sempre pronto ad inventare qualcosa di nuovo in un mondo dove si pensa di aver già messo sotto i denti tutto.

Lessate in generosa acqua questa pasta di fatta con la polvere di funghi nell’impasto e con il germe di grano.

Poi prendete dello speck buonissimo, bello marezzato, e tagliatelo a dadini, nel tagliare lo speck dovrete scartare la parte delle speziatura e la cotenna, ma la useremo per dare sapore: come?

Sbattete in padella un goccio d’olio, dell’elegante aglio in camicia stirata ma non troppo, rosmarino, cotenna e scarti dello speck, rosolate con vigore ma non troppo. Sfumate con una lacrima di succo di mela. Aggiungete poi burro, e lo speck a dadini e spegnete in fuoco, lasciate che sia il calore a cuocerlo.

Poi tritate uno schüttelbrot che è quel pane secco buonissimo che c’è in Alto Adige con del pane di segale e avena, se non lo avete, pane secco, aggiungete parmigiano, un pezzettino d’aglio, bello e senz’anima, rosmarino, maggiorana, una fogliolina di basilico e ginepro e fate una bella polvere profumata.

Mentre la tagliatella bolle, rubate un pezzettino di speck dalla padella e godete. Rubacchiare fa parte della ricetta.

Scolate la pasta direttamente nella pentola e incominciate a saltare, la pasta intendo! Non voi! Voi saltate prima in palestra!

Poi aggiungete la polvere e mantecate.

Fate un nido, senza deporre uova. Aggiustate con pepe e la polvere di spezie e pani remix! Prendete della maggiorana fresca e un filo d’olio e servite! Dimenticherete che oggi è lunedì e sarete fra le montagne a godere.

Ingredienti per 4 persone

320g di tagliatelle fungo porcino Pastificio Morelli

1 trancio di Speck di ottima qualità

1 schüttelbrot

100g di pane di segale secco

100g di Parmigiano Reggiano

150g di burro

Rosmarino

Aglio

Ginepro

4-5 foglie di basilico

1 bicchiere di succo di mela

Timo

Procedimento

Tagliare a dadini lo speck privandolo della cotenna e della parte speziata, che metteremo da parte.

Rosolare la cotenna e la parte speziata in padella con uno spicchio d’aglio in camicia, 2 bacche di ginepro schiacciate, olio e del rosmarino. Una volta insaporito sfumare con il succo di mela, togliere la cotenna e aggiungere lo speck tagliato assieme ad un pezzo di burro. Spegnere e lasciar riposare.

Lessare le tagliatelle in acqua bollente e salata come indicato sulla confezione.

Nel mentre tritare in un mixer lo schüttelbrot, con il pane di segale secco, Parmigiano Reggiano, 1 bacca di ginepro, un pezzetto d’aglio, timo, rosmarino e qualche fogliolina di basilico. Si dovrà ottenere una polvere.

Scolare la pasta nella padella con lo speck, saltare e mantecare con la polvere appena ottenuta.

Una volta pronta, fare dei nidi di pasta con l’aiuto di un mestolo e una pinza da Chef, completando il piatto con speck rosolato, della maggiorana e altra polvere di pane.

Post recenti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt