#Carbodì: Ragù di non coniglio

Comments (0) Food

Il #Carbodì di oggi è la storia di un coniglietto in fuga. Il nostro pelosetto forse, era scappato da un pomeriggio pasquale fatto di uova e caccia al tesoro o da un bimbo che voleva prenderlo in braccio o forse da una villa piena di pezzi di umane vestite da coniglie o da un Maurizio che voleva farselo arrosto.
Lo possiamo immaginare zampettante, verso la libertà, con il sorriso e i dentoni ben in vista, verso l’ignoto e una nuova vita!
Lungo la strada verso la vittoria però, c’è un piccolo orto e lo vediamo fermarsi e sgranocchiare: carote piccole e dolci, di cui ovviamente va pazzo, anzi mangia pure il ciuffo, i piselli verdi già cresciuti e i germogli di quelli che cresceranno, le zucchine piccole e col fiore, il sedano bianco e tenero e le erbe aromatiche. Quanto va pazzo per la menta!
La vita è troppo breve per resistere alla bontà di un orto di primavera, è un detto che i conigli si tramandano: e accettate sempre un buon coniglio (questo invece è il classico battutone che si fanno i conigli fra loro).
Morale della favola: la libertà è solo una fuga dall’inverno verso un orto che sa di primavera, allora non ti voltare ma fermati a godere del suo sapore.
Quindi spadellate le carote con uno spicchio d’aglio, frullatele poi con qualche ciuffo della carota, un goccio di limone e un filo di olio d’oliva. Tagliate a rondelle la zucchina, friggetele per qualche secondo, tagliate cipollotto e spezzettate in una boulle e le erbe aromatiche, non tagliatele a coltello. Poi prendete il sedano e per il lungo, con il pela patate, affettate delle strisce e mettetelo in acqua e ghiaccio in modo che diventi una spirale, sgusciate qualche pisello e sbollentatelo, lessate le mezze penne di piselli @ e poi tuffatela nella verdure e giocate a creare delle gocce di crema di carota sul piatto e decorate con sedano e germogli. Godetevi la vita, le verdure di primavera e questo primo sano, dedicato a tutti coloro che amano verdure e la libertà in cucina. E voi dove scappereste ora?

 

 

Ingredienti per 4 persone:

250 di mezze penne Piselli Verdi Felicia

300 ml di olio di arachidi

2 zucchine verdi piccole

1 costa di sedano bianco

2 carote

Olio evo qb

Sale

Pepe

Mezzo Limone

Germogli di pisello

50 grammi di piselli freschi

Menta qb

Basilico

Finocchietto selvatico

Aglio 2 spicchi

1 cipollotto fresco

Preparazione.

Tagliare le zucchine a rondelle e friggerle per 30 secondi in olio di semi molto caldo, scolatele subito.

Spadellare le carote tagliate a pezzi in olio, frullarle con un paio di cucchiai di olio di semi, una goccia di limone e qualche pezzettino di ciuffo di carota, aggiustare di sale e pepe.

Tagliare il sedano dopo averlo pulito per il lungo con un pela patate, ricavando così una striscia di sedano, metterlo in acqua e ghiaccio e fartelo arricciare grazie al freddo.

In una boulle mettere le zucchine fritte leggermente, le erbe aromatiche, il cipolloto e i piselli precedentemente sbollentati, aggiungere le mezze penne cotte 8 minuti e condirle ancora calde.

Impiattare le mezze penne di piselli decorando con sedano e delle gocce di carota, aggiungere germogli ed erbe a piacimento. Mi raccomando non servitele bollenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest