Come affrontare questi 40 gradi in 10 mosse.

1 Manda affanFood tutti quelli che nei social hanno scritto “vivo tutto l’inverno aspettando l’estate”

2 Svegliati presto a portare fuori i cani o fatti portare fuori presto dai cani prima che il calore sia cosí alto da friggere un uovo sulla cover del tuo smartphone

3 Metti il ghiaccio nella ghiacciaia

4 Anche la pasta fredda va scolata al dente e sciacquata in abbondante acqua, dopo il bagnetto però condiscila bene con originalitè

5 Fai acque aromatizzate, esempio: menta, rosmarino, limone, cetriolo, lascia in frigo un’ora almeno!

6 Fai gazpacho di qualsiasi cosa, datterini gialli e pesca noce come ho provato ieri, verdi col kiwi e il basilico e pomodori verdi o anguria tabasco avocado: usali come base per un bel cheviche

7 Chevice, marina fettine di pesce bianco con zenzero, acqua tonica, menta, ghiaccio e lime: quantità? Assaggia la marinatura e poi aggiungi cipolla marinata e peperoncino

8 Si ai dolci di frutta, griglia pesche con olio evo e rosmarino poi, albicocche e salvia, anguria ghiacciata, prugne e cardamomo

9 Fatti un rosè senza rosè, tisana ai frutti di bosco, succo di melograno, scorza di limone bio

10 Mangia calamari ripieni e usa griglia, taglieri o cestini da pic nic e goditi l’estate e suda libre!

 

Ingredienti per 4 persone:

4 calamari freschi di medie dimensioni

1Lt di acqua

250/300g di farina di mais bianco

2 mazzetti di agretti

4 foglie di cavolo nero o cavolo kale

100g di pomodori secchi

2 limoni

100g di arachidi sguasciate

2 cucchiai di sciroppo d’agave

2 radicchi rosa di Gorizia

2 spicchi d’aglio

Procedimento:

Preparare la polenta bianca portando a bollore l’acqua salata e aggiungendo la farina di mais bianca a pioggia mescolando con una frusta. Cuocere a fiamma molto bassa per circa 40/45′. Una volta pronta, versare in una boulle e lasciar intiepidire.

Tagliare a pezzetti il cavolo nero e i pomodori secchi e cuocerli in padella a fiamma medio alta con olio e uno specchietto d’aglio (che poi toglieremo). Dopo qualche minuto, versare in una boulle, lasciar raffreddare e tritare al coltello.

Pulire, lavare e sbianchire la barba di frate, facendola poi saltare in padella con olio evo e aglio. Aggiungere infine qualche cubetto di ghiaccio per bloccare la cottura e mantenere il verde.

Unire il trito alla polenta, aggiungere la scorza di limone, aggiustare eventualmente di sale e lavorare con le mani fino ad ottenere una farcitura omogenea e ben condita. Il composto dovrà essere comunque compatto.

Pulire bene i calamari lasciando però le alette attaccate e farcirli con la polenta. Chiuderli poi con uno stecchino e praticare un piccolo foro sulla parte bassa del calamaro. Questo, assieme al fatto di non riempirli fino all’orlo, aiuterà a non farli scoppiare.

Tostare le arachidi in padella a fiamma media, versarle poi in un bicchiere capiente assieme allo sciroppo d’agave, succo di limone, acqua quanto basta e un pizzico di sale. Frullare fino ad ottenere una salsa omogenea facilmente spalmabile.

Cuocere i calamari in una padella antiaderente a fiamma alta per pochi minuti per lato assieme ai ciuffi con olio evo. Una volta ben coloriti tirarli via e farli riposare 3′ sul tagliere. Praticare poi delle incisioni perpendicolari alla lunghezza del calamaro non troppo profonde.

Disporre sulla base del piatto la crema di arachidi, la barba di frate spallata, il calamaro con il suo ciuffo e qualche foglia di radicchio rosa di Gorizia. Completare con un filo d’olio evo e possibilmente, qualche eretta di campo.

 

 

Post recenti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
Ricette Star Wars