Da ogni viaggio devi portarti a casa qualcosa: c’è chi si prende la cartolina che oramai non spedisce più (che fatica erano le cartoline? vi piaceva scriverle?), chi, invece si prende una calamita da mettere sul frigo per renderlo super trash, chi trafuga pietre e conchiglie rare (lo possino!!).

Io mi porto a casa le . Ma per , come sapete, non vuol dire misurare o fare esattamente un passaggio, ma più il ritmo, la sonorità e i perché.

perché?

Perché sostenibile, si riutilizza il e non lo buttiamo che è peccato!

Perché è cool, nella sua forma sferica e quindi molto di tendenza.

Perché è goloso, e quando lo mangi fra le montagne sei invaso da tanta acquolina in bocca che per un momento ti sembra di essere al mare.

Perché è versatile e ognuno può dire la sua e creare la sua palla perfetta.

Ecco la mia versione, con le bietole rosse che amo, i cavoli rossi spadellati con il ginepro e le nuove acciughe @rizzoli_emanuelli con oli 100% italiani che non gelano mai nel frigor e quindi hanno superato la prova costume anche in montagna e al freddo.

E voi come fareste un canederlo mediterraneo?

 

Ingredienti per 4 persone

500g di pane raffermo

1 vasetto di Alice Rizzoli

200g di fontal

2 uova

50mL di latte

1 mazzo di bietole rosse

2 habanero

2 spicchi d’aglio

½ cavolo rosso

50g di capperi dissalati

50g di olive nere

100g di burro di ottima qualità

Aceto di vino bianco

Ginepro

olio evo

sale

pepe

Procedimento

Pulire, lavare e cuocere in acqua bollente e salata le bietole rosse.

Saltarle poi in padella con un goccio d’olio delle , uno spicchio d’aglio e habanero a piacere. Una volta pronte, tagliarle a piccoli pezzi.

Mettere in forno a 130°C i capperi, le olive e qualche filetto di alici fino a farli essiccare. Ci vorranno circa 45’. Una volta pronto ottenere una polvere passando il tutto al mixer.

Tagliare il pane a cubetti (compresa la crosta) e metterlo in una boulle capiente assieme alle .

Tagliare il Fontal, qualche filetto di alice e aggiungere il tutto al pane assieme a due uova sbattute con un goccio di latte. Aggiungere del pepe nero e un pizzico di sale se necessario.

Formare i canederli e farli “asciugare” un minimo su di un tagliere o carta forno.

Nel mentre tagliare molto fine il cavolo rosso, e cuocerlo leggermente in padella con olio evo, aceto, un pizzico di sale e il ginepro.

Far sciogliere il burro in un pentolino assieme a 3 filetti di alici.

Far bollire quindi i canederli in acqua salata per circa 10 minuti, scolarli e impiattarli su una base di cavolo rosso, aggiungere un bel cucchiaio di burro alle alici e completare con la polvere di capperi, alici e olive preparata precedentemente.

Post suggeriti

Per proposte commerciali e richieste di collaborazione compila il form sottostante. Verrai al più presto ricontattato dal mio staff.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt