Voi rap, io rape.

Comments (0) Curiosity

Io da piccolo andavo a cavallo in F8, mettevo lo zafferano nel risotto,
scrivevo e ci tenevo un botto.
Perché voi farete anche un rap cattivello ma io cavo il sangue dalle rape e uso il cervello.
E se uso quello
non ci canto un ritornello.
Siate originali,
mai banali,
taroccati solo per sentirvi un attimo firmati
ma poi siete tali e quali.
George cloni, ritmati, talmente maleducati
da passare più avanti inosservati.
Non capite che han giá detto tutto, salute il vostro é solo un rutto.
Giovanilismo poverello, culto del pisello. E se volevo baciare una rima, limonavo in prima.
Elementare Yo!
Meno rap, più rape, più cervello e giù il cappello.
E basta col flow, yo, bro, e radio inquinate in cui voi sfoggiate le vostre storie clonate. In cui eravate con le pezza fino a poco fa, poi su per le classifiche come un siluro e raccontate al mondo quanto lo avete duro.
Cercate di farci invidia col macchina con cui gasate intanto io con la lambo ci cucino mica ci giro a rate. E voi amici miei ogni tanto ci pensate a quello che ascoltate, é cibo e nutrimento come quello che mangiate. E non magereste mai una…yo yo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest