Lo gnocchetto e la gallinella

Comments (0) Food

Ispirato liberamente da Tableous, googolare e da Antonio Marras mi sono permesso di portarvi in Sardegna. Terra di contrasti tra mari e monti, sapori forti e decisi e poche parole. Insomma direi basta cazzate e cuciniamo quindi, l’atteggiamento sardo a differenza di noi nordici è più basato sul fare piuttosto che blaterare. Vi rubo ancora un minuto per chiarirvi la differenza tra una bisque e un fumetto di pesce. Il primo è un brodo realizzato tostando la testa e gusci dei crostacei. Il secondo è sempre un brodo di pesce e non un manga giapponese in cui prevalentemente si usano gli scarti degli stessi: teste, lische. Perché gli scarti in cucina, soprattutto in quelle stellate sono trasformati in sapore. Quindi prima di buttare qualcosa, tipo una testa di pesce, usate la vostra e cercate di capire come usarla. E noi cuciniamo questo primo perfetto per il giorno di Pasqua.

Ingredienti per 4 persone.

300 grammi Pomodorini ciliegino

500 grammi di Vongole

Prezzemolo

1 cipolla bianca

Gnocchetti sardi

1 Gallinella

1 bustina di zafferano

Sale e pepe

Olio

Aglio

1 bicchiere di vino bianco fermo

DSC_5001 copy

Preparazione.

Sfilettare una gallinella di medie dimensioni.

DSC_5030

Tostare la testa e le lische con olio cipolla e uno spicchio d’aglio in camicia.

DSC_5031

Sfumare con il vino bianco.

DSC_5043

Aprire in una padella le vongole dopo averle lasciate per un’ora a spurgare in acqua tiepida e sale.

DSC_5071

Aggiungere dei pomodorini e dell’acqua alla gallinella ricavando un brodo di pesce.

DSC_5057

Filtrare il brodo e unirlo alle vongole. Lessare per qualche minuti gli gnocchetti sardi.

DSC_5083

Finire di cuocerli nel sugo di vongole e gallinella.

DSC_5117

A fuoco spento aggiungere il filetto di gallinella crudo e un filo d’olio.

DSC_5134

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest