Cronache di una scaramanzia vincente

Comments (0) Curiosity

IMG_9759

Un ottavo impossibile, Spagna favorita, azzurri in forma ma diciamolo, pochi ci avrebbero scommesso. Eppure è andata! Grazie alla squadra ma anche grazie ai rituali contro la sfortuna che si saranno messi in scena nelle case di tutti gli Italiani.

Io non sono stato da meno e da buon tifoso ho messo in campo un vero e proprio rituale scaramantico da far invidia al Mago Otelma. Ecco le mie mosse:

Tovaglia azzurra. L’aveva detto Mister Conte: voglio più azzurro negli stadi, per le strade! Come deluderlo? Ho preso uno scampolo di stoffa azzurra sfilacciata e l’ho usato a modi tovaglia creando un mega bandierone al centro del soggiorno. Risultato elegante e stiloso. Il motto: se non vuoi sempre spendere e comprare, mettiti a creare! (©Mrp)

Peperoncini in ogni dove. Ho comprato peperoncini freschi di varie dimensioni e colori e li ho messi come centro tavola, portano veramente fortuna; l’unico aspetto negativo e che mi sto ustionando la lingua nel tentativo di smaltirli preparandomi una piccantissima aglio, olio e habanero.

Non si cucina mai durante la partita della tua nazionale. Sono il primo a rispettare questa regola del “Golateo”, sono andato su Deliveroo.it, ho inserito nella home la mia via e sono usciti i ristoranti che consegnavano nella mia zona.

Niente è sinonimo di fortuna come un bel tartufo: per chi lo trova son soldi e per chi lo mangia gioie del palato, quindi, la scelta è stata ovvia, Tartufi & Friends.

Il menù della serata è stato: bruschette miste al tartufo, mini burger e filetto alla Rossini, il tutto con una bella grattata del prezioso tartufotto. Cena bomba, meglio di un goal di Pellè.

La partita si guarda con le donne. Ero stufo dei soliti commenti maschili, delle parolacce, dei finti intenditori di calcio (che poi dicono sempre le stesse cose). Insomma ero stufo di tutto quel testosterone e volevo rompere gli schemi e assicurarmi un ambiente leggero: ho invitato due mie amiche molto fashion, ho insegnato loro alcuni trucchi sulle cose da dire o da non dire durante la partita (brutte parole comprese), e insieme abbiamo visto i 90 minuti. Alcuni commenti improbabili e giudizi strampalati, ma diciamolo non c’è più grande colpo di fortuna di avere due donne a cena. Ecco alcune frasi partorite durante la partita e prima della cena raccontate dalla mia amica Daniela di Fregole:

Schermata 2016-06-27 alle 21.07.22

Ecco quindi il mio personale rituale scaramantico, sono curioso di conoscere il vostro! Se non avete idea di come affrontare i quarti di finale provate il mio, posso dirvi che funziona. Due a zero e palla al centro, mi sono divertito, ho mangiato benissimo e per una volta non ho cucinato grazie a Deliveroo.it e mi hanno anche consegnato due bottigliette di Coca-Cola ghiacciate ma ovviamente se le sono bevute le due donzelle. Un consiglio non tentate di spiegare loro il significato di fuorigioco, sarà come spiegare ad un eschimese l’utilizzo della macchina per il ghiaccio. Buoni quarti di finale a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest